AREA CLIENTI

Area Clienti

Regolamento di somministrazione

REGOLAMENTO PER L’ATTIVITA’ DI VENDITA DEL GAS METANO

TITOLO I
DEFINIZIONI - RAPPORTI

Art. 1 - Oggetto e definizioni
Il presente regolamento disciplina i rapporti tra Vea energia ambiente Srl (la Società) che esercita le attività di vendita di gas metano da una parte e il cliente finale (il cliente) sulla rete di gasdotto locale gestita dalla società di distribuzione, dall'altra parte e costituisce parte integrante del contratto di somministrazione.

Cliente: il consumatore che acquista gas metano per uso proprio;
Società: Vea energia ambiente Srl;
Utenza: il luogo (immobile, etc.) allacciato alla rete di distribuzione locale dove è resa l’attività di somministrazione del gas metano;
Distributore: la società che svolge le attività di trasporto di gas metano attraverso reti di gasdotti locali, per la consegna al Cliente;
Rete di distribuzione locale: la rete di gasdotto locale gestita dal distributore locale;
Derivazione: il tratto di tubazione che collega la rete di distribuzione locale al contatore;
Contatore: lo strumento che consente la rilevazione dei consumi di gas metano del Cliente;
Contratto: il contratto avente a oggetto la somministrazione del gas metano tra la Società ed il Cliente;
Anno termico: si intende il periodo che va dal 1° ottobre al 30 settembre dell'anno successivo;
Regolamento per l’attività di vendita: l’insieme delle norme e disposizioni che disciplinano i rapporti tra la Società ed il Cliente. E' parte integrante del contratto di somministrazione.


TITOLO II
NORME PER LA FORNITURA DI GAS METANO

Capitolo I
NORME GENERALI

Art. 2 - Richiesta per la somministrazione del gas
Il contratto di somministrazione è l’unico documento che impegna la Società alla fornitura del gas.
La domanda per la somministrazione del gas è formulata dal Cliente alla Società secondo le modalità indicate dalla Società stessa.
Nella domanda dovrà essere specificato il tipo di uso per il quale è richiesta la somministrazione.

Nel caso in cui il Cliente non sia ancora allacciato alla rete di distribuzione locale dovrà presentare anche specifica domanda per l’allacciamento, corredata dai documenti richiesti dalla Società, in relazione alla quale troveranno applicazione le regole stabilite dal Distributore locale.

Art. 3 - lntestatario del contratto di somministrazione
Il contratto di somministrazione sarà intestato al reale utilizzatore del servizio.

Art. 4 - Deposito cauzionale
All'atto della sottoscrizione del contratto la Società potrà richiedere al Cliente, a garanzia degli impegni da questo assunti, il versamento di un deposito cauzionale, non superiore ai limiti massimi stabiliti dall'Autorità per l'energia elettrica e del gas. Il deposito cauzionale è fruttifero di interessi legali e potrà essere aggiornato per effetto di variazioni di consumo del Cliente.
La Società, in caso di insolvenza del Cliente, potrà incamerare il deposito cauzionale fino alla concorrenza dei propri crediti, senza pregiudizio per le altre azioni derivanti dal presente regolamento e dalla legge.
Il deposito cauzionale sarà restituito entro 30 giorni dalla cessazione degli effetti del contratto di somministrazione.
La domiciliazione bancaria è considerata una forma di garanzia equivalente al deposito cauzionale.

Art. 5 - Tipi di utilizzo - Variazione dell’utilizzo
La somministrazione del gas può essere richiesta per i seguenti tipi di utilizzo:
  • uso domestico: si considera tale l’utilizzazione del gas per ordinari impieghi di cucina e/o produzione di acqua calda e/o riscaldamento individuale con consumi non superiori a 200.000 smc/anno;
  • uso riscaldamento condominiale: si considera tale l’utilizzazione del gas per riscaldamento centralizzato degli edifici condominiali;
  • altri usi: si considera tale l’utilizzazione del gas per impieghi non domestici;
  • uso industriale: si considera tale l'utilizzazione in un processo produttivo.

E’ vietata l’utilizzazione del gas per usi diversi da quelli sottoscritti nel contratto di somministrazione. Qualora il Cliente intenda variare l’uso del gas dovrà darne preventiva comunicazione scritta alla Società, la quale provvederà ad adeguare le condizioni contrattuali, con oneri a carico del richiedente.

Art. 6 - Oneri fiscali
Tutti gli oneri fiscali inerenti la somministrazione e i consumi del gas sono a carico del Cliente e il loro importo sarà conteggiato nelle fatture.

Art. 7 – Durata del contratto di somministrazione
Il contratto di somministrazione è, di norma, a tempo indeterminato.

Art. 8 – Recesso dal contratto di somministrazione
Il Cliente può recedere dal contratto di somministrazione con preavviso minimo necessario a consentire l’espletamento delle operazioni tecniche di suggello e/o rimozione del contatore.
Durate contrattuali e tempi di recesso diversi, per particolari tipologie d'utenza, saranno specificate al momento della sottoscrizione del contratto.

Art. 9 - Modalità per il recesso del contratto di somministrazione.Riattivazione
Il Cliente che intende recedere dal contratto di somministrazione deve darne comunicazione scritta alla Società, con il preavviso di cui all'articolo 8.
Il Cliente dovrà consentire agli incaricati della Società o del Distributore di effettuare la lettura e l’eventuale sigillo/rimozione del contatore.
Il recesso si considera efficace a tutti gli effetti con l’apposizione dei sigilli al contatore da parte del personale autorizzato dal Distributore o, nei casi di subentro, con la registrazione della lettura relativa al consumo di gas.

La riattivazione del contatore, quando lo stesso sia stato sigillato, potrà essere effettuata esclusivamente dal Distributore solo dopo che sia stato stipulato il relativo contratto di somministrazione da parte del nuovo Cliente.
In difetto di ciò il consumo del gas sarà considerato abusivo con tutte le conseguenze di legge.

Art. 10 - Divieto di sub-fomitura
E' fatto assoluto divieto di sub-fomitura del gas a unità immobiliari diverse da quelle dell’Utenza.

Art. 11 - Interruzioni e irregolarità del servizio
La Società non assume responsabilità alcuna per eventuali interruzioni o limitazioni della somministrazione del gas dovute a causa di forza maggiore, guasti e incidenti relativi alla rete di distribuzione locale e/o alla derivazione, scioperi ed esigenze tecniche.


Capitolo II
ACCERTAMENTO DEI CONSUMI - MODALITÀ DI PAGAMENTO

Art. 12 - Accertamento dei consumi
Ogni consumo di gas misurato dal contatore, a qualsiasi titolo avvenuto, è a carico del Cliente.
La rilevazione dei consumi del gas avverrà mediante lettura periodica del contatore da parte di incaricati della Società.
Il Cliente ha l'obbligo di permettere e facilitare, in qualsiasi momento, al personale incaricato della Società, l'accesso ai contatori per la rilevazione dei consumi.
In caso di assenza del Cliente il personale incaricato lascerà presso l’indirizzo del Cliente un'apposita comunicazione da cui risulti l'avvenuto passaggio e l'invito a trasmettere il consumo, da rilevarsi a cura del Cliente stesso, con le modalità indicate dalla Società.
La Società mette a disposizione del Cliente una modalità di autolettura tramite numero verde.

La lettura dei contatori è, di norma, eseguita:
  • nell’arco dell’anno a intervalli regolari stabiliti dalla Società;
  • al momento dell’attivazione del servizio;
  • al momento dell'apposizione dei sigilli in seguito a disdetta del contratto di somministrazione.

La Società si riserva il diritto di eseguire letture supplementari rispetto a quelle sopraelencate.

Qualora venga riscontrata irregolarità di funzionamento del misuratore, il consumo di gas, per tutto il tempo per il quale possa ritenersi dubbio il funzionamento dell'apparecchio e fino alla sostituzione di esso, è valutato in base a opportuni ed equi confronti con i consumi dello stesso utente verificatisi in altri paragonabili periodi precedenti o, in mancanza, con utenze di analoghe caratteristiche

Art. 13 - Fatturazione - Modalità di pagamento - Interessi di mora
Il gas sarà fatturato in ragione del consumo rilevato dal contatore e in base alle tariffe in vigore per ogni tipo di utilizzo. Le tariffe sono soggette alle variazioni trimestrali e/o periodiche predisposte dall’AEEG. La Società si riserva la facoltà di fatturare volumi di gas in acconto, sulla base di congrue valutazioni, da conguagliare entro l’anno termico in base a rilevazioni effettuate da personale incaricato.
In caso di variazioni di metodologie tariffarie, di costo della materia prima o di imposte, il nuovo prezzo si sostituirà al precedente a far data dal giorno di entrata in vigore del provvedimento. Sarà cura della Società informare tempestivamente il Cliente delle intervenute variazioni, specificando gli estremi del provvedimento.
La fatturazione prevede, di norma, l’emissione di quattro fatture all’anno, tutte a conguaglio, compatibilmente con la disponibilità di accesso al contatore. Nel caso di misuratori installati all’interno di proprietà privata e di cui sia stato impossibile rilevare la numerazione, la Società fatturerà sulla base di stime comparative per tipologie di consumo equivalenti, tenendo conto di ogni elemento utile a individuare il presumibile consumo relativo al periodo in esame.
Le bollette dovranno essere pagate integralmente entro il termine di scadenza indicato nella bolletta stessa, che non sarà mai inferiore a 20 (venti) giorni rispetto alla data di emissione.

In caso di ritardo nei pagamenti oltre il termine fissato nella fattura saranno applicati, sugli importi non pagati, interessi di mora calcolati su base annua e pari al tasso ufficiale di riferimento aumentato di 3,5 punti percentuali, dalla data di scadenza alla data di effettivo pagamento, oltre le spese che la Società avrà sostenuto per il recupero del proprio credito. Entro i primi dieci giorni rispetto alla scadenza della fattura saranno applicati soltanto gli interessi legali.
Tale modalità di calcolo degli interessi di mora sarà applicata alle fatture non pagate emesse a partire dal 1° agosto 2003.

Art. 14 - Rateizzazione del pagamento delle bollette gas
La Società offre a tutti i Clienti la possibilità di rateizzare l'importo indicato in bolletta, purchè non inferiore a 50,00 euro. Il Cliente che intende avvalersi della rateizzazione dovrà darne comunicazione alla Società entro il termine fissato per il pagamento della bolletta.
Le somme relative ai pagamenti rateali sono maggiorate degli interessi pari al tasso ufficiale di riferimento.

Art. 15 - Mancato pagamento - Sospensione della fornitura
In caso di mancato pagamento la Società, previa comunicazione a mezzo di lettera raccomandata, ha il diritto di procedere alla sospensione dell'erogazione del gas mediante chiusura e/o rimozione del contatore. La comunicazione dovrà indicare il termine ultimo entro cui il Cliente deve provvedere al pagamento della bolletta insoluta, le modalità di comunicazione dell'avvenuto pagamento alla Società, i tempi entro i quali, in costanza di mora, la fornitura di gas può essere sospesa, nonché i costi delle eventuali operazioni di sospensione e di riattivazione della fornitura.
Il tempo intercorrente tra l'invio del sollecito di pagamento e la sospensione della fornitura non sarà mai inferiore a 30 (trenta) giorni. Tale termine è considerato valido anche per i casi di giacenza del sollecito presso le PP.TT.
Per il ripristino dell'erogazione il Cliente è tenuto all'integrale pagamento delle fatture in sospeso, oltre a tutti gli oneri amministrativi e tecnici sostenuti dalla Società.

Eventuali reclami avanzati o da avanzare non esimono il Cliente dal pagamento integrale dell'importo indicato nelle fatture.

Decorsi inutilmente tre mesi dalla interruzione del servizio il contratto sarà ritenuto risolto.

La Società, in ogni caso, non sospenderà la fornitura al Cliente:
  • in assenza di preventiva comunicazione scritta a mezzo lettera raccomandata;
  • quando il pagamento sia stato effettivamente eseguito e comunicato alla Società; anche oltre i termini indicati dal sollecito a mezzo raccomandata;
  • nel caso in cui l'importo della bolletta sia inferiore all'ammontare del deposito cauzionale;
  • durante i giorni indicati come festivi dal calendario comune, durante i giorni di venerdì e sabato e i giorni che precedono i giorni festivi;
  • prima che siano trascorsi almeno 30 (trenta) giorni dalla data di invio dal sollecito a mezzo raccomandata.

La Società si riserva il diritto, anche senza preavviso, di sospendere la fornitura di gas nel momento in cui accerti l'appropriazione fraudolenta del bene, di manomissione e rottura dei sigilli del contatore, ovvero di utilizzazione degli impianti in modo non conforme alle modalità indicate nel contratto.

Art. 16 - Verifica del contatore
Qualora il Cliente ritenga irregolare il funzionamento del contatore la Società, a seguito di richiesta scritta e del pagamento anticipato delle spese quantificate dal Distributore, dispone le opportune verifiche da effettuarsi a mezzo di misurazione campione o di altra idonea apparecchiatura, a cura del Distributore locale. Della verifica del misuratore sarà redatto apposito verbale.
Nel caso in cui la verifica dimostri un irregolare funzionamento del contatore, con riferimento ai valori della norma UNI-CIG 11003/02, il consumo di gas, per tutto il tempo per il quale possa ritenersi dubbio il funzionamento dell'apparecchio e fino alla sostituzione di esso, è valutato in base a opportuni ed equi confronti con i consumi dello stesso utente verificatisi in altri paragonabili periodi precedenti, o, in mancanza, con utenze di analoghe caratteristiche. Al Cliente saranno inoltre rimborsate le spese anticipate per la verifica del misuratore.
Se invece la verifica comprova l'esattezza di funzionamento del misuratore entro i limiti di tolleranza previsti dalla norma UNI-CIG 11003/02, la Società provvederà a incamerare le spese anticipate dal Cliente e a riversarle al Distributore.


TITOLO III
CLAUSOLE GENERALI

Art. 17 - Assicurazione a favore dei clienti finali
In ottemperanza alla delibera n. 79/10 dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas, tutti i Clienti civili della Società sono garantiti da un contratto di assicurazione per gli infortuni, anche subìti dai familiari conviventi e dai dipendenti, gli incendi e la responsabilità civile, derivanti dall'uso del gas loro fornito tramite un impianto di distribuzione, a valle del punto di consegna.
Il personale della Società è a disposizione dei Clienti per tutti gli adempimenti relativi.

Art. 18 - Identificazione degli incaricati della Società
Gli incaricati della Società sono muniti di tessera di riconoscimento che dovranno esibire nell'espletamento delle loro funzioni in luoghi diversi dalla sede sociale.

Art. 19 - Comunicazioni e reclami
Per qualsiasi comunicazione o reclamo, il Cliente dovrà rivolgersi direttamente alla Società, utilizzando uno dei canali messi a disposizione dalla Società e indicati nelle fatture.

Art.20 - Fonti normative - Foro competente
Per quanto non previsto nel presente Regolamento sono applicabili le leggi, le norme, le disposizioni e gli usi vigenti.
Per eventuali controversie, il foro competente è quello di Lucca.

Art. 21 - Obbligatorietà
Il presente Regolamento è vincolante per tutti i Clienti. Esso dovrà intendersi, pertanto, parte integrante di tutti i contratti di somministrazione, anche di quelli già in atto, senza che ne occorra la materiale trascrizione.

« Torna Indietro